IGNAZIO MORTELLARO
"FULMINI"
Un antro, uno spazio buio, un tunnel, profondo come lo sguardo nella costrizione del punto di fuga. Nessuna fonte luminosa se non l'irrompere del fulmine a squarciare le nubi. La proiezione del temporale emerge tra drappi scuri e si rifrange in uno specchio d'acqua sul pavimento. Una progettazione capillare per ricreare un ambiente in cui il visitatore al varcare della soglia si ritrova in un universo altro, completamente esposto alle paure più ancestrali.
L'immersione è totale grazie ai suoni che scuotono e vibrano, producendo il respiro dell'opera di Ignazio Mortellaro, e come se giungessero dal centro della Terra materializzano incubi antichi.
ignaziomortellaro.com
back
next