In vista del Festival d’arte contemporanea che si sta preparando per il 22, 23 e 24 Agosto 2014, SEMINARIA propone al suo pubblico un momento di approfondimento delle tematiche che nel festival si dischiuderanno prendendo forma attraverso le opere.
Nell’ottica di dare un inquadramento storico-critico al Festival, si terranno tre incontri curati da Fabrizio Pizzuto, che ospiteranno Francesca Guerisoli, Silvia Bordini e Stefano Taccone, critici e studiosi d’arte contemporanea.
Sarà trattata la storia delle installazioni d'arte ambientale nei parchi e giardini, negli ambienti rurali e cittadini e saranno indagate pratiche e percorsi artistici che possono fungere da spunto per un'analisi critica del Festival di Seminaria.

 

SABATO 12 LUGLIO 2014 | ORE 17.00

“Pratiche, forme, relazioni dell'arte fuori dal museo”

con Francesca Guerisoli e Fabrizio Pizzuto

 

DOMENICA 13 LUGLIO 2014 | ORE 10.00

“Erbe d'artista” con Silvia Bordini

 

DOMENICA 13 LUGLIO 2014 | ORE 12.00

“Il superamento dell'arte” con Stefano Taccone

 

Fabrizio Pizzuto (Messina, 1975) critico indipendente. Gestisce la società FoolOptional srls e l'Archivio Antonello Bulgini. Ha curato una selezione di video italiani nell'ultima edizione di Videoakt, Biennale di Video Arte Internazionale di Barcellona (ES). È presente con un testo di scrittura sperimentale nella raccolta "Reef" (Roma Europa Fake Festival, Derive Approdi, Roma 2009) con prefazione di Bruce Sterling.

Francesca Guerisoli (Genova, 1980) è storica dell'arte e curatrice indipendente, docente di Arte e Architettura presso l'Università degli Studi di Milano-Bicocca. I suoi interessi di ricerca comprendono il museo contemporaneo, le ultime tendenze artistiche e il rapporto dell'arte con la dimensione sociale e politica. Tra le sue pubblicazioni: "La città attraente. Luoghi urbani e arte contemporanea" (con il sociologo urbano Matteo Colleoni), Egea, Milano 2014.

Stefano Taccone (Napoli 1981) è critico e curatore indipendente, docente di Storia dell’arte contemporanea presso RUFA - Rome University of Fine Arts e collaboratore della rivista “Segno”. Tra i suoi libri: “Hans Haacke. Il contesto politico come materiale” (Plectica, Salerno 2010) e “La contestazione dell’arte” (Phoebus, Casalnuovo di Napoli 2013). Sul tema del “superamento dell’arte” ha curato la mostra documentaria e il ciclo di conferenze "Far retrocedere dappertutto l'infelicità. L’Internazionale Situazionista e la sua attualità” (2013).

Silvia Bordini Vive e lavora a Roma. Si è laureata nel 1966 e in seguito ha insegnato Storia della critica d’arte, Storia dell’arte contemporanea, Storia delle tecniche artistiche presso le Università di Cosenza-Arcavacata, Pisa, e Roma Sapienza. Ha pubblicato numerosi libri sulla video arte e sulle nuove tecnologie. Trai suoi primi saggi “Storia del Panorama. La visione totale nella pittura del XIX secolo”, Roma 1984 e tra i più recenti “Appunti sul paesaggio nell’arte mediale”, Milano 2010.

Fuori dal museo
CONVERSAZIONI SULL'ARTE
A cura di Fabrizio Pizzuto
12-13 Luglio 2014
Maranola
back
next